Come avere una buona strategia di Content Marketing

Una strategia di content marketing sulla tua impresa di servizi?

Non c’è dubbio che usi una buona strategia di content marketing per far crescere la tua attività.
 

È un modo economico per entrare di fronte alla tua nicchia, e ad oggi, è una strategia di marketing che funziona molto bene.

Questo è quello che pensano la maggior parte degli imprenditori di piccole imprese, fino a quando non iniziano a scrivere e pubblicare i contenuti.

Dopodiché, scoprono che non è così facile escogitare idee per emergere.

 

Può richiedere molto tempo

Quando ci sono molti contenuti online, non devi meravigliarti che non c’è visibilità, perché ad essa, va aggiunta una buona strategia di Content Marketing.

 
 

Quindi, cos’è una strategia di content marketing e come ne crei una che sia efficace?

Una strategia di Content Marketing, è ciò che si trova al di sotto di quei titoloni di blog, e di post sui social particolarmente eccentrici.

Ci sono piattaforme che consentono di produrre contenuti attraenti e che attirano il tuo target senza vendergli direttamente il prodotto.

Esse ti permettono di migliorare la tua efficienza, poiché lo stesso contenuto può essere strategicamente condiviso in più posti.

Basta a tutto quello stress di pensare cosa scrivere e pubblicare, magari passando ore a creare una lista di controllo in PDF!

Quando si crea una strategia efficace, ci sono alcuni elementi critici da considerare:

  • Definire i tuoi obiettivi di marketing

  • Capire per chi si sta creando il contenuto

  • Lavorare su un’ottima piattaforma per pubblicare i tuoi contenuti

  • Metti su delle idee per la produzione dei contenuti

  • Decidere quali contenuti saranno più adatti

  • Determinare le risorse e gli strumenti necessari per la distribuzione dei contenuti

  • Misurare il successo e sviluppare sistemi per il riutilizzo dei contenuti creati

Vediamo i dettagli per ogni elemento critico:

 

DONNE-UOMO-PENNARELLO-SCRITTE

 

Definire i tuoi obiettivi di marketing

Prima di iniziare a creare qualcosa, è essenziale decidere quale sia il tuo obiettivo di marketing dei contenuti. Non ha senso iniziare un blog perché tutti lo fanno. Deve adattarsi ai tuoi obiettivi e lavorare insieme agli altri elementi del tuo piano di marketing.

Ogni volta che crei un parte di contenuto, pensa a quale sarà il tuo obiettivo finale.

  • È per aggiungere un altro iscritto alla tua lista?

  • Oppure per mostrare la tua autorità e creare un rapporto di fiducia con il tuo target?

  • In alternativa, è possibile creare la consapevolezza del brand e aumentare il traffico del tuo sito?

Quando punti ai social media, potresti anche valorizzare il tuo brand, nei contenuti che pubblichi.

Ad esempio, se provi a motivare o ispirare il tuo pubblico, puoi creare contenuti che lo facciano. D’altra parte, se stai cercando di insegnare qualcosa, consigli e suggerimenti, potrebbero essere contenuti più pertinenti che ti portano a raggiungere i tuoi obiettivi.

 

Capire per chi si sta creando il contenuto

La ricerca di come il tuo mercato di riferimento cercherebbe informazioni su di te e sui tuoi servizi è di fondamentale importanza.

Stanno scrivendo frasi o parole su Google? Ti cercando per titolo di lavoro? Si identificano come parte di appartenenza ad un gruppo di clienti?

Attraverso la tua ricerca, identifica i contenuti che vogliono specificamente.

Se i tuoi social, i titoli dei blog e i contenuti possono includere queste parole specifiche, aumenterai le possibilità di essere visto online.

Sarà più facile per il tuo mercato di riferimento trovarti, proprio come un annuncio Google, attireranno l’attenzione e otterrai molta visibilità.

Dovrai evitare la creazione di contenuti generici. È un errore costoso, perché si presenta come noioso e non risuonerà con il tuo target.

È essenziale essere il più specifici possibili e avere sempre in mente il tuo pubblico se vuoi restringere e creare una buona strategia di Content Marketing.

 

Lavorare su un’ottima piattaforma per pubblicare i tuoi contenuti

Esistono numerose piattaforme online tra cui scegliere per distribuire i contenuti. Tuttavia, è anche fondamentale disporre di una strategia di marketing dei contenuti per il tuo sito web e la tua lista di email.

Per quanto i social media possono aiutarti a creare consapevolezza e far crescere la tua attività, non possiedi i dati su queste piattaforme e quindi hai un controllo limitato. Tuttavia, ci sono i dati di una lista (creata in precedenza) e si ha il controllo su di essi quando comunichi con loro.

Il tuo sito web potrebbe includere un blog, oltre a un PDF o un eBook scaricabile per aiutarti a far crescere la tua lista di email marketing. Assicurati anche di utilizzare le parole chiave di mercato di destinazione sul tuo sito web.

Quando si parla di social media, pensa a come il tuo mercato di destinazione utilizza le varie piattaforme e quali sarebbero più adatte ai tuoi servizi.

Puoi offrire un servizio creativo o visivo (come la fotografia o il web design) adatto a Instagram o Pinterest. In alternativa, puoi fornire un servizio professionale (come il reclutamento o la consulenza) più adatto a LinkedIn.

Facebook ha ancora un pubblico enorme e anche se è più difficile ottenere una copertura organica, è comunque una piattaforma importante per te.

I potenziali clienti cercano spesso i profili e le pagine dei social media prima dell’acquisto, quindi è essenziale che non sembrino trascurati.

Qualsiasi piattaforma tu scelga, prova a concentrarti sulla costruzione dei tuoi follower o delle connessioni su quegli account, prima di diffonderti in modo troppo sottile su tutti.

 

Lavorare su un’ottima piattaforma per pubblicare i tuoi contenuti

Esistono numerose piattaforme online tra cui scegliere per distribuire i contenuti. Tuttavia, è anche fondamentale disporre di una strategia di marketing dei contenuti per il tuo sito web e la tua lista di email.

Per quanto i social media possono aiutarti a creare consapevolezza e far crescere la tua attività, non possiedi i dati su queste piattaforme e quindi hai un controllo limitato. Tuttavia, ci sono i dati di una lista (creata in precedenza) e si ha il controllo su di essi quando comunichi con loro.

Il tuo sito web potrebbe includere un blog, oltre a un PDF o un eBook scaricabile per aiutarti a far crescere la tua lista di email marketing. Assicurati anche di utilizzare le parole chiave di mercato di destinazione sul tuo sito web.

Quando si parla di social media, pensa a come il tuo mercato di destinazione utilizza le varie piattaforme e quali sarebbero più adatte ai tuoi servizi.

Puoi offrire un servizio creativo o visivo (come la fotografia o il web design) adatto a Instagram o Pinterest. In alternativa, puoi fornire un servizio professionale (come il reclutamento o la consulenza) più adatto a LinkedIn.

Facebook ha ancora un pubblico enorme e anche se è più difficile ottenere una copertura organica, è comunque una piattaforma importante per te.

I potenziali clienti cercano spesso i profili e le pagine dei social media prima dell’acquisto, quindi è essenziale che non sembrino trascurati.

Qualsiasi piattaforma tu scelga, prova a concentrarti sulla costruzione dei tuoi follower o delle connessioni su quegli account, prima di diffonderti in modo troppo sottile su tutti.

 

Metti su delle idee per la produzione dei contenuti

Scrivere su un blog o pubblicare sui social media sembra semplice, ma quando sei un business basato sui servizi, può essere un po’ più difficile trovare idee.

Non hai foto dei tuoi prodotti da condividere e non stai lanciando nuovi servizi ogni giorno. Potresti anche lavorare da casa, quindi non ci sono foto di negozi o uffici disponibili.

Tuttavia, ci sono formule di contenuto che puoi seguire per renderlo molto più semplice.

A partire dal tuo blog, un suggerimento che posso condividere è quello di trovare otto parole chiave che si allineano con il tuo brand e che risuonano con il tuo mercato di riferimento.

Quindi imposta queste parole chiave come categorie per il tuo blog e inizia a scrivere un post sul blog per ogni categoria. Una volta scritti gli otto articoli del blog, torna all’inizio e scrivi altri otto post, uno per ogni categoria.

Potrebbe sembrare un po’ restrittivo o noioso scrivere degli stessi argomenti, ma se il tuo blog finirà con una grande struttura, e con quelle otto parole chiave, aggiungeranno una preziosa bontà SEO al tuo sito.

Inoltre, non sarà necessario trovare tante idee per gli aggiornamenti dei contenuti o per i PDF scaricabili, poiché è possibile utilizzare gli stessi su più post del blog.

Quando si tratta di creare post sui social media, rendilo più semplice, sviluppando una struttura e un piano che puoi seguire ogni settimana. Ad esempio, il lunedì puoi pubblicare citazioni motivazionali e mercoledì potresti dare un consiglio.

Altre idee che si potrebbero aggiungere alla vostra struttura potrebbero includere la pubblicazione del tuo ultimo blog, podcast, video, offrire un servizio che stai promuovendo, porre domande, condividere testimonianze dei clienti, la pubblicazione di foto di te stesso (il pubblico ha bisogno di vedervi!), una breve storia o un backstage (foto della vostra postazione da dove operate, oppure pubblicare il cielo sereno o nuvoloso che vedete fuori alla finestra nel frattempo lavorate condividendo lo stato d’animo con loro).

Inoltre non devi solo condividere i tuoi contenuti. Tieni d’occhio altri contenuti che ritieni possano piacere al tuo pubblico e curali sul tuo feed.

 

Metti su delle idee per la produzione dei contenuti

Scrivere su un blog o pubblicare sui social media sembra semplice, ma quando sei un business basato sui servizi, può essere un po’ più difficile trovare idee.

Non hai foto dei tuoi prodotti da condividere e non stai lanciando nuovi servizi ogni giorno. Potresti anche lavorare da casa, quindi non ci sono foto di negozi o uffici disponibili.

Tuttavia, ci sono formule di contenuto che puoi seguire per renderlo molto più semplice.

A partire dal tuo blog, un suggerimento che posso condividere è quello di trovare otto parole chiave che si allineano con il tuo brand e che risuonano con il tuo mercato di riferimento.

Quindi imposta queste parole chiave come categorie per il tuo blog e inizia a scrivere un post sul blog per ogni categoria. Una volta scritti gli otto articoli del blog, torna all’inizio e scrivi altri otto post, uno per ogni categoria.

Potrebbe sembrare un po’ restrittivo o noioso scrivere degli stessi argomenti, ma se il tuo blog finirà con una grande struttura, e con quelle otto parole chiave, aggiungeranno una preziosa bontà SEO al tuo sito.

Inoltre, non sarà necessario trovare tante idee per gli aggiornamenti dei contenuti o per i PDF scaricabili, poiché è possibile utilizzare gli stessi su più post del blog.

Quando si tratta di creare post sui social media, rendilo più semplice, sviluppando una struttura e un piano che puoi seguire ogni settimana. Ad esempio, il lunedì puoi pubblicare citazioni motivazionali e mercoledì potresti dare un consiglio.

Altre idee che si potrebbero aggiungere alla vostra struttura potrebbero includere la pubblicazione del tuo ultimo blog, podcast, video, offrire un servizio che stai promuovendo, porre domande, condividere testimonianze dei clienti, la pubblicazione di foto di te stesso (il pubblico ha bisogno di vedervi!), una breve storia o un backstage (foto della vostra postazione da dove operate, oppure pubblicare il cielo sereno o nuvoloso che vedete fuori alla finestra nel frattempo lavorate condividendo lo stato d’animo con loro).

Inoltre non devi solo condividere i tuoi contenuti. Tieni d’occhio altri contenuti che ritieni possano piacere al tuo pubblico e curali sul tuo feed.

 

Decidere quali contenuti saranno più adatti

I tipi di contenuti nella tua strategia di marketing dei contenuti potrebbero includere:

  • Articoli del blog
  • Interviste o casi di studio
  • eBook, liste di controllo, guide, cartelle di lavoro
  • Video o Podcast
  • Post sui social media
  • Messaggi di posta elettronica
  • Webinar o eventi
  • Sessioni informative o presentazioni di workshop

Al primo avvio, dovrai decidere quali moduli saranno più efficaci per il tuo mercato di destinazione. E quali forme di contenuto pensi di poter creare in modo produttivo.

Ad esempio, le attività tecniche online sono spesso spiegate meglio in un video in cui qualcuno può mostrarti i passi da compiere. Così come per le funzioni in cui qualcuno è alla ricerca di una soluzione rapida.

Può essere molto più semplice lavorare a qualcosa guardando un breve video di istruzione su Youtube piuttosto che passare a leggere guide online.

Anche i video possono richiedere meno tempo per la produzione, motivo per cui le stories di Facebook sono diventate così popolari.

Inoltre, dedica del tempo a pensare al tipo di servizi che offri e alle informazioni che il tuo mercato di riferimento potrebbe cercare.

Se si dispone di un servizio a fascia alta, ad esempio, è probabile che il potenziale cliente abbia un maggior bisogno di informazioni. Il loro processo decisionale sarà più lungo e avranno più domande.

In questo scenario, forme più lunghe di contenuti di alta qualità contribuirebbero a creare maggiore fiducia nel mercato di riferimento e fornirgli le informazioni che desiderano.

La creazione di una sequenza automatica di email marketing, sarebbe anche un ottimo modo per coltivare potenziali clienti che non sono pronti a prendere una decisione immediatamente.

In alternativa, i tuoi servizi potrebbero avere un tempo di decisione più breve prima dell’acquisto. Per questi tipi di servizi, si tratta di creare contenuti di rapida lettura su base coerente per aumentare la consapevolezza del proprio brand.

 

Determinare le risorse e gli strumenti necessari per la distribuzione dei contenuti

Consiglio vivamente di usare WordPress per creare il tuo sito web e archiviare il contenuto del tuo blog, perchè puoi installare il plugin Yoast (oppure se siete nella vostra piattaforma WordPress, cercare “Yoast Seo” in: Plugin > Aggiungi nuovo), che è eccellente per l’ottimizzazione dei motori di ricerca (SEO).

Questo plugin ti guida sulla lunghezza appropriata per i tuoi titoli e meta descrizioni e ti dà suggerimenti su come migliorare la tua scrittura.

Per i social media e i PDF scaricabili, consiglio vivamente Canva per la creazione dei contenuti. Per i più esperti consiglio Adobe Photoshop e Adobe Illustrator (soprattutto per vettorializzare più facilmente un immagine).

Quando ho iniziato la mia attività, ho pubblicato manualmente tutti i miei contenuti sui social media.

È stato un buon modo per me capire come funzionava ogni piattaforma, e potevo stare vicino a ciò che altre persone stavano pubblicando online.

Tuttavia, arrivò il momento in cui il mio tempo era molto meglio speso per altre cose.

È fondamentale non aspettare troppo a lungo prima di decidere di investire in strumenti di automazione.

Una volta che sei a tuo agio, sai come funziona tutto, quindi imposta gli strumenti di cui hai bisogno.

Non solo migliorerà la tua produttività, ma i tuoi contenuti saranno anche più coerenti ed efficaci.

Questo non vuol dire che non dovresti pubblicare “al momento” anche alcuni contenuti.  Poichè aggiungerà preziosa tempestività e personalità ai tuoi post, che è essenziale.

Quando si tratta di strumenti di automazione, pianifico i post della mia pagina Facebook direttamente su di esso e uso Later per Instagram e Tailwind. L’email marketing è automatizzata tramite Convertkit.

 

Misurare il successo e sviluppare sistemi per il riutilizzo dei contenuti creati

È essenziale monitorare le prestazioni del tuo contenuto di marketing, in modo da sapere quale tipo di materiale è il più efficace.

Utilizza le piattaforme di approfondimento sui tuoi account di social media, Google Analytics e Google Search Console per scoprire quale tipo di contenuto sta creando maggiore consapevolezza, coinvolgimento e traffico sul tuo sito web.

Una volta stabilito ciò, configura i sistemi che ti aiutano a creare contenuti simili in modo produttivo.

Una strategia che uso è quella di mettere in batch la mia creazione di contenuti. Trovo che quando faccio questo, ottengo un po’ di rollaggio e il compito diventa molto più facile.

Per te, questo potrebbe significare scrivere un mese di post sui social media o blog tutto in una volta.

Ciò ti porterà ad avere molto più tempo durante il resto del mese per concentrati sulla crescita della tua attività e servire i clienti invece di preoccuparti di cosa produrre.

L’altra cosa da ricordare è che possibile condividere lo stesso contenuto su più piattaforme. Non è necessario creare contenuti diversi per ogni account.

Inoltre, estendi i post del blog il più lontano possibile. Ad esempio, una volta pubblicato l’articolo del blog, assicurati di scrivere un’email al tuo elenco sull’articolo del blog. Quindi pubblica il blog sui social media, parla del blog in un podcast e fai domande, citazioni e racconti che si collegano al post del blog, così puoi promuoverlo e aumentare il traffico verso i tuoi lead magnet.

Assicurati di salvare tutti i tuoi contenuti da qualche parte in modo che tu possa tornare ad utilizzarli tra qualche mese. Spesso scoprirai che puoi cambiare una parola o una frase e usarla di nuovo.

Ci sono tanti contenuti là fuori che le persone non ricordano necessariamente ciò che hanno visto in passato e con il ritmo dei social media, potrebbero non averlo nemmeno visto per la prima volta.

 

Le chiavi per un’efficace strategia di Content Marketing

Conoscere ciò che risuonerà con il tuo mercato di riferimento, avere uno scopo per i contenuti che crei e stabilire sistemi produttivi per cosa produrre e dove pubblicarlo sono le chiavi per rendere efficace la tua strategia di Content Marketing.

Cos’altro includi nella tua strategia di content marketing per assicurarti di distinguerti?

Fateci sapere nei commenti qui sotto.

Se desideri diventare un esperto di marketing clicca qui, troverai i migliori corsi che faranno di te un esperto del settore.

Articoli recenti:

Copyright © 2019 – S&GConsulting srls – P.IVA 09128091213